Roberto Di Molfetta

Roberto Di Molfetta, 2022

Mi chiamo Roberto Di Molfetta, Web Marketer, Scrittore di saggi, Laureato in Comunicazione. Appassionato della Bellezza, d’Arte, Cinema e Musica.

Sono il Fondatore e Amministratore del sito che state visitando, “Sociologi Famosi”, indirizzo www.sociologifamosi.it.

Classe 1974, nativo di Salerno, da madre romana di viale Trastevere (allora viale del Re) e padre ciociaro, di Ceccano (Frosinone). Mio nonno paterno, Domenico, era pugliese, di Bisceglie, laureatosi in giurisprudenza nel 1913, uno dei pochi dottori in legge di quel tempo, in quella zona.

Ho avuto parecchie città di residenza (oltre Salerno, Arezzo, Roma, Ceccano, Frosinone, Colleferro), per cui mi sento italiano al 100% più che di una singola città, anche se devo la mia formazione personale, soprattutto al periodo ventennale passato nella Capitale.

Mi sono laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione nel 2013 presso l’Università La Sapienza di Roma. In precedenza, già dal 2008 ho iniziato a prestare il mio lavoro in ambito informatico. Ho avuto esperienze come aspirante giornalista, musicista, poeta.

Dal 2015 ha cominciato a pubblicare libri su vari argomenti: temi politici, sociologia, crescita personale, informatica, controinformazione.

Potete vedere e acquistare tutti i miei libri su Amazon, indirizzo
https://amzn.to/3Ju3kNA

Tra le varie attività sul Web: gestisco una pagina sull’Arte con 15 mila iscritti, a cui collabora una esperta d’Arte guida turistica e archeologa, indirizzo https://www.facebook.com/bellezzainarte; ho un canale YouTube con 62 milioni di visite ai video e 86 mila iscritti, indirizzo https://www.youtube.com/c/RobertoDiMolfetta; un blog di controinformazione con articoli miei e di altri due autori, indirizzo https://www.nuovordinemondiale.it

Ho fondato il progetto Appunti di Scienze Sociali nel luglio del 2004, originariamente con il dominio robertodimolfetta.spaziofree.net poi divenuto appuntidiscienzesociali.it, infine trasformatosi nel progetto www.scienzesociali.org ed adesso, nel sito che state visitando, in “Sociologi Famosi”, indirizzo www.sociologifamosi.it.
Questo portale Web sulla sociologia è visitato da migliaia di persone al mese e citato nelle sitografie delle tesi di laurea di tutta Italia; ai suoi contenuti hanno collaborato sociologi da tutto il Paese, tutti laureati e anche due docenti universitari. Esiste anche una pagina Facebook collegata, sulla sociologia, “La Sociologia e i Sociologi Famosi”, con oltre 7 mila iscritti, con cui collabora una sociologa, ricercatrice e scrittrice, https://www.facebook.com/sociologifamosi.it

Ho un blog di controinformazione con articoli miei e di altri due autori, indirizzo https://www.nuovordinemondiale.it. Altre mie pagine Facebook sono: una di controinformazione, dal nome “Controinformazione e Potere: il vaso di Pandora”, con cui collabora un mio amico studioso e scrittore, indirizzo https://www.facebook.com/Controinformazione-e-Potere-il-vaso-di-Pandora-113028103814110/; una pagina sul cinema nata da poco (Pasqua 2022), “Cinema che Passione – Da Leone a Tarantino”, indirizzo https://www.facebook.com/grandecinemachepassione/.

Sono affascinato dalla conoscenza e dalla bellezza in tutte le manifestazioni, appassionato di Musica, Arte, Cinema, interessato alla politica.

Roberto Di Molfetta Franco Ferrarotti
Con il Prof. Franco Ferrarotti, docente emerito dell’Università La Sapienza di Roma

Voglio condividere con voi che ci seguite un aneddoto che mi riguarda.
Negli anni recenti, ho avuto la fortuna e il piacere di conoscere e frequentare il professor Franco Ferrarotti, che tutti voi amanti della sociologia, forse senza esclusione, già avete avuto modo di conoscere bene.
Ho avuto modo di iniziare ad incontrarlo avendo per anni gestito la pagina Facebook che gli avevo dedicato. Raggiunti migliaia di iscritti, io e il grande sociologo entrammo in contatto, andai a trovarlo varie volte, scrivendoci spesso delle lettere, e frequentemente il professore mi inviava i suoi libri con dediche piene di stima e apprezzamento.
Il più grande sociologo italiano vivente, il primo docente universitario di sociologia d’Italia nel 1961, collaboratore stretto dell’ingegner Adriano Olivetti, il grande imprenditore piemontese dell’omonima impresa di Ivrea. Un intellettuale che ha pubblicato decine di libri, tradotti in molte lingue, un punto di riferimento per tutte le scienze sociali, spesso intervistato nei programmi televisivi e nei telegiornali, ospite molte volte al Maurizio Costanzo Show, pioniere della ricerca sociologica sul campo, amico di Cesare Pavese, ex parlamentare, che ha insegnato anche negli Stati Uniti.
Eravamo a casa del professor Ferrarotti, e venne a visitarlo il più grande pedagogo italiano, di cui non ricordo il cognome.
Il Professor Ferrarotti, che aveva letto e apprezzato i miei primi libri, commentandoli e dando dei suggerimenti su come sviluppare alcuni temi che vi erano contenuti, mi presentò al collega della Sapienza come “Roberto Di Molfetta, uno studioso“.
Bé, penso che di tutti i complimenti e gli apprezzamenti ricevuti nella mia vita, dei traguardi raggiunti, questo sia il più importante, molto più della laurea, un grande intellettuale che ti stima degno di stare al suo livello presentandoti ad un suo pari.
Poi negli ultimi anni ci siamo persi di vista, purtroppo. Ma il ricordo dell’amicizia di un vero intellettuale, non quelli di cartapesta che troviamo tante volte sui mass-media, e l’orgoglio per la sua sincera stima, quella di uno studioso che entrerà nella storia per il suo enorme contributo alle scienze sociali, sarà per me un qualcosa che mi rimarrà sempre nel cuore.
Io ho abbandonato gli studi di sociologia in questo ultimo periodo, dopo tanti anni di interesse, gli esami universitari sostenuti.
Pur interessandomi ad altri temi, scrivendo libri su altri argomenti, ho un enorme debito di conoscenza del mondo e della realtà verso la sociologia, e credo che la maggiore diffusione degli studi sociologici aumenterebbe la comprensione dei cittadini delle dinamiche e dei processi del vivere associato, consentendo tra le altre cose una maggiore maturità sulla comprensione e le scelte politiche. Per questo, pur non essendo interessato come prima a temi strettamente di sociologia, continuo a mantenere viva questo sito Web, investendo tempo e denaro nel renderlo sempre attivo e fruibile da tutti.

Nella foto, io e il professor Ferrarotti insieme qualche anno fa, nel suo studio a Corso Trieste, pieno di migliaia di libri, dove riceve tutti, giornalisti e intellettuali. Bei ricordi.

“T’insegneranno a non splendere. E tu splendi, invece.”
Pier Paolo Pasolini

***